domenica 20 maggio 2018

Corso di scrittura rosa con Paola Picasso





Scopri tutti i segreti per scrivere un romanzo Rosa con 
PAOLA PICASSO
la Regina del Rosa italiano.

Organizzato da Kubera Edizioni per giugno 2018
.
Il Corso di Scrittura Rosa con Pubblicazione inizia il 9 Giugno 2018 e termina a ottobre per un totale di 10 lezioni nelle quali si esporranno tutte le principali regole di scrittura proprie del romance, del Chick Lit, del romanzo d’amore (ideazione del soggetto, costruzione dei personaggi, determinazione dell’ambientazione, costruzione dei dialoghi, descrizioni, voce narrante, incipit, ecc.). Caratteristica del corso è di permettere a ogni partecipante di scrivere un racconto che sarà pubblicato da Kubera Edizioni in un’antologia.
Le prime 4 lezioni si terranno a giugno e le restanti tra settembre e ottobre per permettere alle partecipanti di scrivere la prima bozza del racconto tra luglio e agosto.

Il corso si prefigge di farvi scrivere in cinque mesi di corso un Racconto Rosa (non romanzi) che sarà inserito in un’antologia pubblicata in cartaceo e in eBook da Kubera Edizioni.

Kubera Edizioni pubblicherà i componimenti delle partecipanti in una antologia in cartaceo e in ebook.
In copertina il nome di ogni’autrice.

Questo per dare a ogni partecipante l’esatta percezione di una propria pubblicazione.
Ovviamente la pubblicazione è a totale carico della Kubera Edizioni e le partecipanti non dovranno pagare nulla oltre l’iniziale costo del corso.

Non importa se avete già qualcosa di pronto, insieme a noi metterete nero su bianco la vostra storia. Noi faremo in modo di darle voce.

Ogni lezione sarà corredata di dispense relative all’argomento trattato. E per tutta la durata del corso, anche fuori dagli orari degli incontri settimanali, la docente Paola Picasso vi affiancherà per superare dubbi o perplessità che si presenteranno nel corso delle vostre sessioni di scrittura a casa.
Al termine del corso organizzato dalla casa editrice Kubera Edizioni, sarà pubblicata un'antologia in cartaceo e in ebook con i racconti di tutte le partecipanti.
Il corso si terrà a Roma (zona Eur) ogni sabato dalle 11 alle 13.
Specifiche del corso:


PREZZO 250 euro
(200 euro per pagamento in una sola soluzione)

PAGAMENTO
125 euro il 9 giugno - 125 euro l' 8 settembre

10  LEZIONI – 20 ORE
Ogni sabato mattina a partire dalle 11

SEDE ROMA EUR
Via Cornelio Magni, 18 (vedi mappa)

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Tel. 3703579005  – info@kuberaedizioni.it


LA DOCENTE:   Paola Picasso
La Regina del Rosa italiano, nasce a Bologna ma vive da sempre a Roma dove si dedica alla sua attività di autrice e traduttrice di successo. Ha pubblicato più di 200 romanzi per le più grandi case editrici italiane, tra cui la Harlequin Mondadori, la Curcio per la Collana Bluemoon, Fanucci, De Agostini. Per Delos Digital ha pubblicato vari racconti nella collana Passioni Romantiche e la trilogia “Il passato ritorna” in Odissea Romantica. È stata più volte ospite di trasmissioni televisive in Rai e Mediaset, tra cui “Mezzogiorno è” e “Maurizio Constanzo Show”.
Il suo ultimo romanzo è l’intenso romance “Musica Divina” in uscita per Kubera Edizioni  a settembre 2018.

venerdì 13 aprile 2018

Corso di Scrittura con Pubblicazione



A maggio 2018 e per due mesi partirà il corso di scrittura con pubblicazione dei racconti scritti dai partecipanti. Al termine del corso organizzato dalla casa editrice Kubera Edizioni, sarà pubblicata un'antologia in cartaceo e in ebook.
Il corso si terrà a Roma (zona Eur) ogni sabato a partire dalle 15.
Per chi avesse difficoltà in questo orario potrà comunicarlo alla Kubera Edizioni.
Specifiche del corso:

PREZZO 130 euro
8 LEZIONI – 16 ORE
Ogni sabato pomeriggio a partire dalle 15
SEDE ROMA EUR
Per informazioni: Tel. 3703579005  – info@kuberaedizioni.it

STRUTTURA DELLA LEZIONE
45 minuti dedicati alla teoria.
60 minuti dedicati alla scrittura con l’assistenza del docente.
15 minuti dedicati alle domande relative alle difficoltà incontrate e definizione del lavoro da svolgere a casa.

IL PROGRAMMA (Corso di scrittura con pubblicazione)
Lezione 1  (5 maggio)
L’idea e il tema. Come riconoscerla e quali gli strumenti per trasformarla in una storia.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 2 – (12 maggio)
I personaggi e gli ambienti . Delineare i caratteri in grado di rendere “unico” ogni nostro personaggio, confrontandoli con i modelli offerti dagli Archetipi. L’ambientazione che si trasforma in strumento per la narrazione.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 3 – (19 maggio)
Il Dialogo e la descrizione. Come costruire un dialogo efficace e come descrivere l’ambiente nel quale si svolge l’azione.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 4 – (26 maggio)
Voce narrante. Funzione e scelta.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 5  (2 giugno)
La spontaneità della narrazione. Esiste l’idea, il tema, uno o più protagonisti ma tutto il resto non può essere costruito. La vita non si costruisce, si vive. Una storia non si costruisce, si racconta.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 6  (9 giugno)
Il ritmo della narrazione. Molte storie pur trattando temi importanti, pur sostenute da una tecnica di scrittura salda e con personaggi capaci di affascinare il lettore possono crollare sotto il peso di un ritmo di narrazione inadeguato.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 7  (16 giugno)
Revisione del testo. Il solo scrittore capace di scrivere senza revisione è stato Anthony Trollope. Tutti gli altri, dopo la prima stesura, si occupano della revisione del testo. Un lavoro spesso trascurato che può far compiere al vostro testo un salto di qualità importante.
→ Esercitazioni di scrittura
Lezione 8  (23 giugno)
Presentazione agli editori . Valorizzare, pubblicizzare e vendere la propria opera.  Come presentare il proprio testo a una casa editrice. Solitamente gli editori, anche i grandi editori, una volta pubblicata l’opera di un esordiente non si occupano di promuoverla. Quindi dovrete mettere a frutto, con creatività, tutti gli strumenti offerti da internet e dalle collaudate e tradizionali tecniche di promozione editoriale.
→ Esercitazioni di scrittura


IL DOCENTE: Sam Stoner
Scrittore di noir (con qualche incursione nella scrittura brillante), ideatore e Direttore Editoriale della rivista di cultura gotica/horror “Mary Shelley Project Magazine”, ideatore e direttore editoriale della rivista di letteratura femminile “ThinkPink Magazine”,  Redattore per la testata Dazebao News, graphic designer, blogger (L’inferno Noir, Quella stronza di Eva).
Pubblicazioni. I suoi racconti sono presenti in numerose antologie di racconti,ha pubblicato: “Moscow’s Fury” (eBook, racconto crime, Atlantis – Lite Editions, 2013); “L’amore questo bastardo” (racconto brillante, 2015); “Elvis rosso sangue” (racconto criminale, 2015); “Il Tredicesimo Racconto” (thriller esoterico, Lettere Animate , 2015); “Il delitto perfetto” (racconto giallo, 2017); “Un pacco inatteso” (racconti brillanti, 2017).
Premi. Primo al concorso CorpiFreddi BlogSpot 2012 con il racconto noir inedito “Elvis rosso sangue”; selezionato tra i primi dieci per Giallolatino 2013 e 2015; vincitore del concorso That’s Amore 2012 (Chichili Italia) con il racconto brillante “L’amore questo bastardo”.
Per ulteriori curiosità visita il dito ufficiale http://www.samstoner.it
Risiede a Roma.

venerdì 9 marzo 2018

Puoi sbagliare ed essere felice!



Sabato scorso (3 marzo 2018) ho avuto il piacere di presentare a Nettuno (ridente cittadina del litorale romano) il saggio di crescita personale di  Angela Pollastrini dal titolo "La libertà di fare errori".
La presentazione è avvenuta nella Libreria Fahrenheit 451 alla presenza di Carlo Cotti super regista nonché autore e sceneggiatore dotato di un'ironia spropositata tagliente e spiazzante.
Il saggio di Angela Pollastrini è scritto tutto al femminile che l'autrice ha voluto dedicare alle sue figlie per potersi districare nel fitto bosco della vita e vivere quindi sereni senza fardelli.
Come sempre ho detto dietro una grande donna c'è sempre un grande uomo ed è proprio il compagno di Angela che l'ha spinta a pubblicare la sua opera e a condividerla con noi.
Perché l'ho presentata? Perché Angela ha scritto un manuale sulla felicità, come conquistarla e come mantenerla ma anche come fare per uscire da situazioni emotive complicate che possono presentarsi durante la giornata.
E quindi, come si fa a essere felici e soprattutto come si fa a mantenere la felicità una volta conquistata?

Possiamo sbagliare! E possiamo essere comunque vincenti e felici. 

La serata inizia con la mia presentazione del saggio e via alle domande ad Angela e le osservazioni di Carlo Cotti capace di scendere in profondità e cogliere sfumature tanto importanti quanto poco evidenti nel testo.


L’opera di Angela non offre solo spunti di riflessione ma regala al lettore una vasta gamma di strumenti per riuscire a gestire le piccole e grandi difficoltà della vita.

Un vero e proprio manuale da consultare quotidianamente. L’indice è una lista dei desideri dalla quale cogliere ciò cui abbiamo bisogno. Ogni capitolo è il racconto di un episodio vissuto dall’autrice che ha causato un qualche disagio e di come sia riuscita a venirne a capo.
Gli strumenti che offre al lettore sono quelli appresi in di anni di studio di Programmazione Neuro Linguistica (PNL) e Coaching. Tecniche che spiega al lettore con spontanea semplicità prendendo spunto dal quotidiano nel quale ognuno di noi si ritrova.

Presente alla serata anche la giornalista Barbara Balestrieri.



LA LIBERTÀ DI FARE ERRORI.
 Quando riscoprirsi è evoluzione

Autore: Angela Pollastrini
Editore:
Kubera Edizioni
Genere: Saggio di crescita personale
ISBN: 9788894287264
Uscita: dicembre 2017
Formato:
Cartaceo  / eBook
Prezzo:  cartaceo € 14,90  -  eBook € 3,49
Pagine: 224


Angela Pollastrini. Dopo approfonditi studi in Programmazione Neuro Linguistica e Coaching diventa Life Coach e Trainer in corsi di PNL. Le tecniche apprese influenzano ormai in positivo il suo essere madre, donna, lavoratrice, amica, compagna e così scopre un nuovo modo di reagire alle esperienze di vita che accomunano tutti. Da qui il desiderio di condividere emozioni, riflessioni e soluzioni con chi sia disposto a vedere le cose da un altro punto di vista.
Il suo sito web:  www.angelapollastrini.com
 


  

venerdì 2 febbraio 2018

I pedoni. Deità dai poteri strabilianti.


di Sam Stoner


I Pedoni. Deità invincibili animate da delirio di onnipotenza.


I pedoni, pur essendo in apparenza esseri umani comuni in realtà sono esseri mitologici capaci di sfidare giganti di acciaio di mille chili con la convinzione di poterli arrestare con i loro straordinari poteri.

Eccoli là, sulla carreggiata, non attraversano velocemente anzi rallentano volutamente guardando con piglio di sfida il mezzo che avanza. Volendo decifrare questo comportamento, che nemmeno Superman o l’incredibile Hulk si permetterebbero, alla fine si riesce a comprendere da dove traggano tanta risolutezza. 

Si tratta di alcuni segni di vernice disegnati a cazzo sull’asfalto su indicazione di qualche tecnico del comune che invece di laurearsi si è fatto raccomandare per avere un posto fisso. Una volta entrato è stato insignito del titolo di urbanista. Questo tizio deve decidere dove apporre le strisce bianche e ovviamente non capendo una mazza di urbanistica prende una decisione a caso che si rivela essere la peggiore. 

Si pensa che i pedoni, dotati di media intelligenza sappiano dove attraversare una strada, a prescindere dalle strisce pedonali. Anche perché, parliamoci chiaro, un mezzo di acciaio di mille chili che avanza rumorosamente di giorno e con i fari accesi di notte “si vede” e “si sente”!

Eppure così non è. Perché qualcuno ha detto al pedone che la legge attribuisce a lui e solo a lui, essere bipede, la precedenza su qualsiasi veicolo, di qualsiasi dimensione, purché attraversi sulle strisce pedonali. 

Questo qualcuno però ha omesso di dire al pedone che l’auto potrebbe non fermarsi, potrebbe prenderlo e spedirlo all’altro mondo. Non essendo a conoscenza di importante informazione il pedone è convinto che quando cammina su quelle strisce una gabbia di energia si alzi dal terreno rendendo quei pochi metri quadrati invalicabili persino a un mezzo corazzato. 

In quel momento il pedone è DIO. Può tutto. A volte attraversa senza nemmeno guardare, a volte guarda e si ferma in attesa che il veicolo si schianti contro questa barriera di energia pedonale godendo così dello schianto dell’incauto automobilista.

Peccato che qualcuna di queste deità finisca sdraiata sull’asfalto con in faccia disegnata un’espressione di stupore. “Ma come è possibile? Ero sulle strisce!” sembrano dire i suoi occhi mentre l’automobilista si accende una sigaretta dopo aver constatato che il suo paraurti è rimasto integro.

Caro pedone, è ora che sappia l’esatta funzione di quelle strisce bianche. Quelle strisce bianche servono solo a dare ai tuoi parenti, dopo la tua dipartita, un risarcimento in denaro. Spero di essere stato chiaro. 

Se vuoi attraversare una strada devi attendere che non ci siano auto o che qualche buon samaritano fermi il proprio veicolo e comunque devi guardare continuamente a destra e sinistra fino a che non sarai sull’altro marciapiede.

In tutti gli altri casi sarà solo una sfida già persa in partenza, come lanciarsi da un aereo senza paracadute o cercare di affrontare una tigre a mani nude. 

Se ti piacciono gli sport estremi nei quali rischiare la vita, ti prego pedone, vai a praticarli altrove, non sulla carreggiata mentre sto passando perché investirti comporterebbe una perdita di tempo irritante e a dirla tutta comporterebbe anche una vista poco gradita.

giovedì 2 novembre 2017

Un pacco inatteso, l'ultimo libro di Sam Stoner



Il mio ultimo libro è un'antologia di quattro racconti in cui esploro le relazioni, l'amore, la famiglia in tono dissacrante e comico.
Un po' di leggerezza necessaria dopo le scritture più impegnative che verranno pubblicate all'inizio del prossimo anno.
Spero vi strappi qualche sorriso.
A questo link l'anteprima del libro.
http://www.samstoner.it/bookshop/un-pacco-inatteso/

Un pacco inatteso - Passioni, fellatio e altre amenità
di Sam Stoner
Genere: humor
Pag. 104
Edizioni Kubera
Cartaceo euro 8,50
eBook euro 2,49

venerdì 25 agosto 2017

Dedizione. L'uomo e la sacra "ghianda"


di Sam Stoner

L’uomo sa bene cosa sia la dedizione. Quello che vedete ritratto è in realtà un uomo e la ghianda nei suoi occhi è l’organo sessuale femminile. La dedizione dell’uomo nel conquistare questo ambito trofeo è totale. 

Una dedizione che sa di sacro, di epico. Nulla può fermarlo, non esiste ostacolo che possa essere insormontabile o non esiste difficoltà impossibile da superare. È in questo caso che l’uomo sfodera tutto il suo coraggio, il suo impeto, la sua incoscienza pur di afferrare il tanto sospirato premio.

L’uomo se necessario può mentire, falsificare, dissimulare, ingannare, manipolare, distorcere la realtà e i fatti. Ogni mezzo è lecito pur di poter abbrancare l’agognato bottino. L’uomo sfodera la sua virile e maschia prestanza, come mai più farà nella sua vita, sfida la natura e l’universo perché in lui c’è una forza che spinge nel profondo, quella della riproduzione della specie. 

Ora, il particolare che utilizzi dispositivi atti ad ostacolare tale feconda produttività o stratagemmi meccanici-biologici pur di essere certo che dopo nove mesi nessuno adagerà  tra le sue braccia un pargolo urlante, non ha importanza. Questo è solo un particolare di poco conto perché nella ricerca dell’agognato caldo e voglioso malloppo lui non si cura di tali sfumature.

Lui DEVE avere l’umettato anfratto.

Nella sua testolina non c’è spazio per altri pensieri, per il dopo, per il prima, per considerazioni di natura squisitamente morale o
emotiva. 
La sopravvivenza della specie dipende SOLO dall’ottenere il biglietto di entrata per il regale slargo, tutto il resto ha ben poca importanza. Acconsentirà a ogni richiesta gli sarà sottoposta per concedergli tale ingresso, anzi nemmeno ascolterà, dirà di sì a prescindere oppure no se la domanda prevederà una negazione. In quei momenti non sarà lui a rispondere bensì un intelletto superiore, quello dell’universo che ha generato la vita sul pianeta per il quale è assolutamente necessario che la Sacra Ghianda venga svelata, è determinante che le cosce si schiudano svelando il tesoro bramato sul quale lui si getterà con entusiasmo ed esultanza. Un tripudio di gioia e passione animeranno l’uomo che mai più nella vita darà prova di simili emozioni.



Spesso si parla di dedizione materna o filiale. A volte la dedizione viene accostata al genio artistico ma nulla, credetemi, nulla è paragonabile alla dedizione di cui ogni uomo sulla terra darà prova, almeno una volta nella vita, per agguantare la Sacra Ghianda! 

giovedì 30 marzo 2017

Ad averla, io la darei via.

Quando vado in libreria e trovo libri di autrici che sono ridicoli mi viene da pensare che l’abbiano data via per arrivare alla pubblicazione. Lo so, è un pensiero sessista suffragato però dalle parole di Sir Arthur Conan Doyle: Eliminato l'impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità. Sarà così? Lo spero per gli editori e i loro pendenti. Quando mi imbatto nell'affermazione di una scrittrice su Facebook: