venerdì 19 ottobre 2012

Quante volte l'uomo pensa al sesso


di Sam Stoner
L’uomo penserebbe al sesso 18 volte al giorno secondo una ricerca condotta dalla Ohio State University di Mansfield (USA), riportato su LiveScience. Il che è una bella media e ci consentirebbe di appropriarci del titolo di Porci con lode.
Credo alle statistiche, tuttavia avendo sottomano l’oggetto dell’esperimento, l’uomo, ossia me stesso (per quanto qualche mia ex avrebbe qualcosa da ridire riguardo questa ardita affermazione), ho provato direttamente. Ebbene sì, mi sono sottoposto ad un pericoloso esperimento. Alle 12.15 di un sabato pomeriggio settembrino mi sono recato in un centro commerciale. nL'ora era di massima affluenza. Cronometro in una mano e pallottoliere nell’altra, mi sono buttato nella mischia per contare quante volte, nell’arco di 60 minuti, avrei pensato al sesso.
Il risultato è stato strabiliante! Alimentando il mio machissimo ego.
Ho contato ben 50 pensieri di matrice sessuale in un un’ora. 18.250 volte in un anno!
Scollature, glutei, cosce bocche, tacchi, mani, schiene flessuose, un’orgia di sesso che ha attraversato trasversalmente ogni età regalandomi un’erezione che mi ha accompagnato per tutto il pomeriggio, un’erezione  che avrebbe soddisfatto la più esigente delle amanti. Un'erezione che avrei voluto regalare a ogni donna presente nel centro commerciale. Nenziali acquirenti ma solo odalische che mi desideravano. Per fortuna il rigore scientifico ha avuto la meglio.

Bisogna considerare una serie di fattori, pro e contro l’esperimento:
- si trattava di un mese estivo e quindi l’abbigliamento femminile era succinto
- a seguito di un intervento chirurgico erano mesi che non avevo alcun tipo di contatto sessuale con un essere umano di qualsiasi sesso.
- non sono un erotomane che si porterebbe a letto anche la zia pur di “farlo”, anzi sono piuttosto tranquillo sotto questo aspetto, anche troppo secondo la mia ultima ragazza
- mi trovavo in un centro commerciale e non in spiaggia!
- in questi ultimi anni l’emancipazione femminile ha determinato da una parte un inzzoccolimento delle donne sopra i 50 anni le quali si scoprono senza alcun freno, e un smiggnottamento delle donne sotto i 18 anni le quali già a partire da età una volta considerata “età pubescente”, si scoprono trasformandosi in un esercito di lolite turbando non poco i maschi loro coetanei. E pure il sottoscritto, che con evidente difficoltà è riuscito a distinguere di spalle a chi appartenessero un paio di chiappe a malapena coperte da micro pantaloncini e sorrette, le chiappe, da un tacco 10 centimetri.
Quindi, ritengo l’esperimento attendibile e veritiero e applicabile anche a uomini sposati o  fidanzati con compagna a seguito.
Care amiche, quando troverete un’insolita erezione scalpitare nei pantaloni del vostro lui chiedetevi se non sia merito delle vostre amiche o delle estranee che avete incontrato durante la passeggiata o la serata in discoteca. Al vostro posto non starei tanto a sottilizzare, un’erezione si prende sempre al volo, anche perché se non lo farete voi state pure tranquille che qualcuna pronta ad “afferrarla” ci sarà sempre.   
Sconsiglio vivamente di commissionare acquisti al vostro compagno in centri commerciali nei mesi estivi e se lo lasciate andare in vacanza da solo attrezzatevi per sorreggere un paio di corna di proporzioni bibliche.